Seminario di studi

Progetto ARCHIVI DELLA MODA DEL NOVECENTO
Seminario di studi: "Abruzzo: le vie dell'eccellenza. Artigiani e aziende abruzzesi nella storia della moda italiana", Penne (PE) giovedì 18 marzo 2010
Fondazione "Nazareno Fonticoli", Palazzo Fonticoli Corso Alessandrini 21.
Inizio lavori ore 10:00.

  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Home Mostre L'Abruzzo in treno
Giovedì 23 Mag 2019
Presentazione

Della bibliografia di cui ci siamo avvalsi per approfondire l’argomento, si è rivelata utilissima la parte seconda del testo La rivoluzione dei trasporti in Italia nel XIX secolo temi e materiali sullo sviluppo delle ferrovie tra questione nazionale e storia regionale a cura di Gaetano Sabatini e pubblicato dall’Amministrazione Provinciale di L’Aquila nel 1996. La parte della pubblicazione, dal titolo Le ferrovie in Abruzzo. Guida alle fonti documentarie negli Archivi di Stato di Chieti e sezione di Lanciano, L’Aquila e sezione di Sulmona, Pescara e Teramo, a cura e con Introduzione di Paolo Muzi, ha efficacemente guidato la pianificazione della ricerca delle fonti documentali inerenti le ferrovie abruzzesi. Nella pratica ha permesso una prima ricognizione dei fondi archivistici e dei fascicoli presenti negli Archivi di Stato della nostra regione. Per motivi di minor distanza, il primo Archivio di Stato visitato è stato quello di Pescara. Qui, grazie alla disponibilità della direttrice del personale addetto, che è risultata un elemento distintivo comune al personale e ai quadri dirigenziali degli Archivi e delle sezioni di Archivi di Stato visitati, abbiamo avuto modo di consultare e riprodurre digitalmente documenti appartenenti a fondi diversi. Fra questi i fascicoli del fondo Prefettura riguardanti l'Ufficio di Gabinetto; quelli dell’Ufficio del Genio Civile di Pescara relativamente alle serie Comuni, Porto Canale e Opere fluviali, tutti già citati in una parte del testo precedentemente menzionato curata da Paolo Muzi. Inoltre, si sono esaminate n. 6 buste del fondo Ferrovie Elettriche Abruzzesi (FEA), versate in un tempo successivo alla pubblicazione appena citata e alcune buste pervenute in tempi recenti con il deposito dell’Archivio Storico del Comune di Pescara. Il materiale visionato e riprodotto riguarda prevalentemente la linea ferroviaria Penne-Pescara e, unitamente alle altre testimonianze rintracciate in altri archivi, offre gli elementi per ricostruire la storia di una delle ultime linee ferroviarie abruzzesi, realizzata e dismessa appena dopo qualche decennio di attività.

L’Archivio di Stato di Teramo ha richiesto un maggior impegno, rispetto agli altri, per la quantità di materiale presente in merito all’argomento trattato. Le fonti relative alle singole linee ferroviarie, sia realizzate che non costruite, erano già indicate in modo analitico nella guida alle fonti documentarie negli Archivi di Stato abruzzesi relativamente alla storia delle ferrovie della regione pubblicata nel 1996. Fra le carte del Fondo Prefettura di Teramo e in quello dell’Amministrazione Provinciale di Teramo, gli argomenti piuttosto differenziati, in svariate serie di appartenenza, riguardavano ad esempio: nomina di periti per la valutazione dei terreni da espropriare per causa di pubblica utilità, solleciti per l’avvio dei lavori, piani particellari, piantine, avvisi di aste, appalti, contratti, collaudi ed altro.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 8

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per avere più informazioni sui cookie accedi alla sezione Per saperne di più.

Per proseguire: .

EU Cookie Directive Module Information