Abruzzo in treno

Inaugurazione della mostra storica
L'Abruzzo in treno Penne (PE) sabato 6 marzo 2010 Sala Consiliare del Comune di Penne
Inizio lavori ore 9:30.

  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Home La ferrovia della Val di Sangro
Giovedì 19 Set 2019
La ferrovia della Val di Sangro Stampa

Per quanto riguarda i collegamenti ferroviari nella Val di Sangro, furono presentati diversi progetti dal 1885 fino ai primi anni del XX secolo. Fra questi, il progetto dell’ing. Francesco Mora prevedeva un tracciato da Torino di Sangro a Castel di Sangro che risalendo il fiume attraverso un percorso che fosse il più naturale possibile, evitava quella più complessa attraverso Lanciano; questa soluzione ovviamente contrastava con la volontà dei lancianesi.
Infine la ferrovia fu realizzata secondo il progetto dell’ing. Ernesto Besenzanica presentato nel 1905. Secondo il suo disegno, dal mare si sarebbero staccati due tronchi: il primo da Ortona, il secondo da San Vito. Dal raccordo, in prossimità di Sant’Eusanio Crocetta, la linea si sarebbe diretta lungo la Valle dell’Aventino sino a Casoli e Altino per poi dirigersi lungo la Valle del Sangro.
I lavori di realizzazione della linea, iniziati nel 1912, si conclusero nel 1915. L’elettrificazione del tracciato, inaugurata il 9 ottobre 1924, ridusse i tempi di percorrenza da Lanciano a Castel di Sangro a sole 2,5 ore.   La Seconda Guerra Mondiale aprì molte ferite sulla linea della Sangritana, tanto che il 6 ottobre 1943 la direzione fu costretta a sospendere le corse dei treni. La ricostruzione degli impianti danneggiati fu rapida e di pari passo si fecero anche i lavori di ampliamento della sede ferroviaria per farla diventare a scartamento normale.
Tra le importanti iniziative che hanno interessato, di recente, la linea ferroviaria è certamente da menzionare il Treno della Valle, treno turistico, allegro e vacanziero, tutto colorato a righe arancioni, verdi e gialle, che si snoda lungo la Valle del Sangro, dal litorale adriatico fino ai monti, attraversando Lanciano, costeggiando il lago di Bomba e lambendo tipici paesini arroccati sulle colline adiacenti la strada ferrata.

Sfoglia i documenti:

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per avere più informazioni sui cookie accedi alla sezione Per saperne di più.

Per proseguire: .

EU Cookie Directive Module Information